In ricordo di “Beatrice”  domenica 3 agosto si sono issate le vele per la VII edizione del trofeo Etruria in Vela. 

L’Associazione Nautica Campo di Mare ha dato il via alla prima competizione della stagione con la solita disponibilità ed entusiasmo ospitando la prima regata del trofeo.

Nato per la promozione dello “sport sociale”, in questa sua VII edizione ha visto sfidarsi velisti di ogni età, ragazzi usciti dalle scuole vela dell’Etruria e appassionati di questo sport.

Presenti alla premiazione il sindaco del comune di Cerveteri Alessio Pascucci congratulandosi con l’Associazione Nautica Campo di Mare per la bellissima giornata,  ha sottolineato l’importanza di ripartire dal mare con lo sviluppo di attività culturali, sportive e ricreative per tutti gli abitanti di una città che si affaccia sul mare.

Orgogliosa Federica Battafarano, Assessore alle politiche Culturali e Sportive di Cerveteri, nel vedere tanti bambini e tanti giovani di Cerveteri e dei comuni limitrofi che, usciti dalle scuole vela del territorio, si sfidano veleggiando in questo mare bellissimo che si presta, per le sue condizioni meteo marine spesso favorevoli, alla pratica di questo sport.

Strato Cacace comandante della Capitaneria di Loca Mare Ladispoli, felice di essere presente e di vedere tanti bambini, ha raccontato il duro lavoro che, in sinergia con il comune di Cerveteri, si sta portando avanti nella tutela e nella salvaguardia del nostro mare e dell’ambiente con diverse strategie e soluzioni depurative delle acque.

Generazioni che crescono, ci ricorda Giorgio Peresempio, felice del successo raggiunto da Francesco Iudica, un suo piccolo allievo che già dallo scorso anno ha voluto sfidare i più grandi nella classe Laser e che quest’anno è riuscito ad arrivare sul podio classificandosi al secondo posto.

Una giornata emozionante e significativa, ci tiene a sottolineare Marco Gregori che, in vista del prossimo appuntamento del 16 agosto della “Veleggiata in Bianco”, ci ricorda come la manifestazione sia importante non solo dal punto di vista sportivo ma anche sociale perché  sport e solidarietà sono valori profondi e indispensabili per crescere insieme.

 

2019_08_04_FOTO_022 2019_08_04_FOTO_060 2019_08_04_FOTO_066 2019_08_04_FOTO_067 2019_08_04_FOTO_108 2019_08_04_FOTO_123 2019_08_04_FOTO_124 2019_08_04_FOTO_125 2019_08_04_FOTO_127 2019_08_04_FOTO_128 2019_08_04_FOTO_132 2019_08_04_FOTO_133 2019_08_04_FOTO_138